Rotabili accantonati presso la Stazione di Modena Piccola

La situazione di degrado sociale e ambientale  causato dal materiale rotabile dismesso lungo le  linee ferroviarie  in gestione a FER,  in particolare nella  Stazione di Modena Piccola,  è nota,  e impatta significativamente  sulle attività manutentive dell’azienda.

Per  questo FER ha attivato da tempo l’iter autorizzativo per alienare  il materiale rotabile vetusto di proprietà della Regione Emilia Romagna ed ha già esperito una procedura ad evidenza pubblica per la vendita di rotabili presso gli scali Bondeno, Sermide e Ferrara P.Ta Reno, nella quale è risultata aggiudicataria “Officine di Migliaro S.r.l.” . L’ esecuzione di questo contratto è in corso, e si prevede di ultimarne i lavori entro il mese di giugno.

Nel frattempo la Regione Emilia Romagna si è attivata per stilare un elenco di materiale rotabile di interesse storico e vincolare tale materiale per scopi museali, attraverso un tavolo tecnico con le varie associazioni e con tutti i portatori di interessi presenti sul territorio.

FER, in attesa di ricevere questo elenco,  sta approntando  una ulteriore procedura di vendita per demolire il materiale rotabile privo di interesse storico documentale, presente nelle stazioni di Modena Piccola, Guastalla e Suzzara al fine di provvedere  entro l’anno allo sgombero.

Privacy | Copyright